RICORSO “6 SCATTI - TFS”

Nota informativa - Documenti da scaricare per aderire al ricorso.

Possono aderire al ricorso per far valorizzare i sei scatti ai fini della riliquidazione del trattamento di fine servizio gli ex appartenenti alle Forze di polizia ad ordinamento civile (Polizia di StatoPolizia Penitenziaria ed ex Corpo Forestale) e ad ordinamento militare (Arma dei Carabinieri Guardia di Finanza), in possesso di tutti i seguenti quattro requisiti:
1. Essere stati posti in congedo;
2. Avere avuto al momento del congedo un’età anagrafica di almeno 55 anni;
3. Poter contare su 35 anni di servizio utili;
4. avere avuto liquidato il TFS dopo il 30 novembre 2015.
Non possono fare ricorso, invece, coloro che sono cessati dal servizio per raggiunti limiti di etàriformati per causa di servizio o gli eredi del personale deceduto, poiché hanno già avuto valorizzati i sei scatti ai fini pensionistici.
Mentre, coloro che sono stati riformati per una patologia non riconosciuta come causa di servizio, possono aderire al ricorso solo se al momento del congedo potevano contare su 35 anni di servizio utile, avevano un’età anagrafica di almeno 55 anni ed hanno avuto liquidato il TFS dopo il 30.11.2015.
Chi intende aderire al ricorso dovrà compilare e firmare, in originale, i seguenti atti, che potranno essere scaricati cliccando sul link “MODULISTICA” apposto in fondo alla presente:
1. Contratto professionale - firmato su entrambi i fogli (sotto la dicitura “Firma dell’Assistito”);
2. Scheda dati ricorso - compilata in ogni sua parte e firmata;
3. Scheda personale - compilata in ogni sua parte;
4. Procura speciale - compilata e firmata;
5. Delega - compilata e firmata;
nonché fotocopiare:
6. il Documento d’identità in corso di validità ed il Tesserino del codice fiscale;
7. la eventuale Distinta attestante il bonifico effettuato a titolo di fondo spese, solo nel caso abbia scelto la seconda o terza opzione relativa al pagamento delle competenze professionali.
Dovrà poi scannerizzare e spedire tutti i predetti documenti con posta elettronica (mail) al seguente indirizzo:
seiscatti@avvocatomandolesi.it
oppure con posta elettronica certificata (pec) a:
robertomandolesi@ordineavvocatiroma.org
In alternativa, è possibile spedire la predetta documentazione con Raccomandata A/R, a:
Avvocato Roberto Mandolesi
Viale Felice Cavallotti, 153
63822 Porto San Giorgio (FM)
sede dello Studio legale che tratta i ricorsi collettivi.
L’entità del fondo spese e del compenso professionale da versare a saldo solo in caso di accoglimento del ricorso è disciplinata nel contratto professionale - da compilare e firmare su entrambe le pagine: il ricorrente potrà apporre la propria preferenza su una sola delle tre soluzioni indicate. L’eventuale bonifico potrà essere effettuato sul conto corrente BNL - Roma, intestato a “Mandolesi Roberto”, utilizzando il seguente codice
IBAN: IT07 R010 0503 3390 0000 0000 570
causale: "competenze ricorso 6 scatti”.
Il ricorso sarà patrocinato dall’Avv. Roberto Mandolesi, del Foro di Roma, titolare dell’omonimo Studio legale.
Ogni notizia concernente l’iter di trattazione del ricorso sarà pubblicata su
Sito web: www.avvocatomandolesi.it
Facebook: https://www.facebook.com/avvocatomandolesi/
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCAiGAXQk59j7tbbj2smJlVQ?view_as=subscriber
e ne sarà data comunicazione all’indirizzo di posta elettronica fornito da ciascun ricorrente.

MODULISTICA