RICORSO T.S. - T.F.S.

Ricorso per la riliquidazione del tfs, pensione ed indennità accessorie.

La Magistratura contabile accoglie il ricorso dell'avvocato Roberto Mandolesi e dispone la riliquidazione della pensione senza sollevare la questione di legittimità costituzionale del d.l. n. 78/2010.

E’ una sentenza importante quella pronunciata dal G.U.P. della Corte dei Conti della Calabria, che fa finalmente chiarezza su una questione rilevante per gli interessi economici dei tanti pensionati del Comparto Sicurezza e Difesa che, per essere stati congedati nel quadriennio 2011 - 2014, non si sono visti valorizzare, ai fini pensionistici, i ratei retributivi relativi alla loro progressione di carriera (es.: assegno di funzione, parametri, dirigenza, ecc.).
Il Giudice, nel dichiarare il proprio difetto di giurisdizione con riferimento alla riliquidazione del T.F.S. (competente a decidere, quindi, è il Giudice ordinario) ed inammissibile la riliquidazione di quelle - che ritiene le “non meglio specificate” - Indennità dovute al momento del congedo (es.: indennità supplementare), accoglie integralmente - senza sollevare l’eccezione di legittimità costituzionale del d.l. n. 78/2010 - la domanda di riliquidazione della Pensione, e condanna l’A. a corrispondere al ricorrente i ratei arretrati a decorrere dall’1.1.2015, con maggiorazione degli interessi e della rivalutazione monetaria.
Dunque, se Lei è stato congedato nel quadriennio 2011 – 2014, e durante quei quattro anni non ha percepito degli emolumenti retributivi per effetto del c.d. Tetto Salariale (d.l. n. 78/2010), potrebbe essere interessato alla presente iniziativa legale.
I tanti pensionati che si sono visti illegittimamente decurtare i loro trattamenti pensionistici possono ora avere giustizia aderendo al ricorso collettivo c.d. “T.S. - T.F.S.” previamente scaricando la sottostante Modulistica.
 
N.B.: La presente iniziativa legale denominata “Ricorso T.S. – T.F.S.” non ha nulla a che vedere con il ricorso c.d. Pensioni - Risarcimento danni, né con il ricorso c.d. Tetto Salariale, i quali vertono su diverse questioni giuridiche e sono pendenti presso altre Magistrature
 

MODULISTICA

Allegati:

Sentenza GUP Calabria.pdf